IVA PER CASSA

PREMESSA NORMATIVA

ivapercassaCon l’emanazione del decreto attuativo dell’art. 7 del DL 185/2008 e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 27.04.2009 il meccanismo dell’IVA per cassa ha piena efficacia a partire dal 28.04.2009. L’Agenzia delle Entrate ha inoltre pubblicato la circolare 20 del 30.04.09 con ulteriori esplicazioni del meccanismo dell’IVA per cassa.  Si ricorda che fino ad oggi l’applicazione dell’IVA ad esigibilità differita era prevista dal art. 6 c. 5 DPR 633/72 solamente per cessioni e prestazioni effettuate nei confronti dello Stato, di enti pubblici territoriali ed altri soggetti menzionati dal secondo periodo del c. 5 dell’art. 6 del DPR n. 633/72.  Queste nuove disposizioni non modificano in alcun senso le disposizioni sinora in vigore, ma ampliano la loro applicazione a una nuova platea di contribuenti.

1.1 Soggetti interessati

Il meccanismo dell’IVA ad esigibilità differita potrà essere applicato solamente da seguenti soggetti:

  • Soggetti passivi ai fini IVA esercenti attività d’impresa, arte e professione che nell’anno solare precedente hanno realizzato un volume d’affari inferiore a Euro 200.000
  • Soggetti passivi ai fini IVA esercenti attività d’impresa, arte e professione che, in caso di inizio d’attività, prevedono di realizzare un volume d’affari inferiore ad Euro 200.000

Continua la lettura di IVA PER CASSA

La fattura

fatturaLa fattura è un documento fiscale obbligatorio, redatto dal venditore per attestare l’esecuzione da parte sua del contratto di vendita e per comunicare al compratore l’importo da lui dovuto per i beni che gli sono stati ceduti o per i servizi che gli sono stati prestati.

C’è l’obbligo di emettere la fattura perché:

  • La fattura legittima il venditore ad esercitare la rivalsa sul compratore, che è legittimato a detrarre l’imposta sul valore aggiunto addebitatagli dal fornitore.
  • L’articolo 2214 del Codice Civile afferma che l’imprenditore deve conservare per ciascun affare “gli originali delle fatture ricevute, nonché la copie delle fatture spedite”
  • La legge fiscale dà un ruolo importante alla fattura sia ai fini dell’IVA sia ai fini delle imposte sul reddito perché le fatture emesse sono la principale documentazione dei ricavi di ogni impresa
  • A norma del decreto IVA la fattura deve essere emessa per le operazioni imponibili, non imponibili ed esenti
  • La fattura ha queste importanti funzioni:Informa il compratore che il contratto da parte del venditore è stato eseguito
  • Richiama tutte le condizioni del contratto (quantità e qualità della merce venduta e dei servizi forniti, condizioni riguardanti la consegna, il trasporto, l’imballaggio e il pagamento)
  • Precisa il prezzo della merce venduta e dei servizi forniti, con gli sconti applicati e gli oneri riguardanti le prestazioni accessorie, indicando l’importo totale dovuto dal compratore
  • Documenta l’operazione secondo quanto stabilisce la legge civile, che prescrive la redazione del documento, la sua conservazione e la sua eventuale esibizione al giudice in caso di controversia
  • Documenta l’operazione agli effetti fiscali, perché la fa concorrere sia al calcolo delle imposte indirette (la fattura deve indicare l’ammontare dell’IVA) sia a quello delle imposte dirette (l’importo complessivamente fatturato nell’anno determina il volume d’affari e, di conseguenza, il reddito sul quale dovranno essere pagate le imposte)

EMISSIONE DELLE FATTURE

La fattura deve essere redatta in due esemplari dal soggetto che cede il bene o che presta il servizio. Uno delle copie deve essere consegnato o spedito, anche tramite fax, al compratore, mentre l’altro viene conservato. La fattura si considera emessa quando viene consegnata o spedita alla controparte, anche tramite mezzi elettronici – informatici. Continua la lettura di La fattura

Il magazzino

gestionemagazzinoIl magazzino è la struttura dell’azienda organizzata per ricevere le merci, custodirle, conservarle e renderle disponibili per lo smaltimento e la consegna.

Magazzino in conto proprio

Il magazzino può essere all’interno dell’azienda definibile come in conto proprio. Si tratta della infrastruttura dove vengono ricevute le materie prime in entrata e dove vengono poi posizionati i prodotti finiti in attesa di spedizione o di lavorazione. Ogni articolo di magazzino è contrassegnato da un codice articolo, una descrizione, una quantità, a volte anche da una locazione (che può essere a sua volta costituita dal numero di scaffali, dal ripiano dello scaffale e da altre informazioni utili a reperire nel minor tempo possibile l’articolo; il magazzino interno può essere diviso anche in zone).  È poco nota, ma é fondamentale ricordare un’importante frase simbolo che dice: “Nell’azienda ideale il magazzino è proprio quello che non c’è”. Questa affermazione é valida in quanto la detenzione di un magazzino si risolve in oneri sostenuti dall’azienda, ovvero costi per il personale delegato, costi per la manutenzione di impianti e macchinari e costi che sono rappresentati dalle scorte in rimanenza. Continua la lettura di Il magazzino

Il software gestionale

business-softwareIl software gestionale rappresenta l’insieme degli strumenti software che automatizzano i processi di gestione all’interno delle aziende e può essere classificato in :

  • Software di contabilità generale
  • Software per la gestione del magazzino
  • Software per la gestione della produzione
  • Software di gestione a analisi finanziaria
  • Software per la contabilità

Per contabilità si intende il sistema di rilevazione continua di qualunque evento di rilevanza economica. L’ambito tipico di utilizzo della contabilità è qualsiasi struttura operativa, sia pubblica che privata, ma il significato non cambia anche nel ristretto ambito personale, si parla in questo caso di contabilità individuale.

Le funzionalità tipiche di un software gestionale per la contabilità sono:

  • Gestione delle scritture in prima nota
  • Visualizzazione e stampa dei partitari
  • Gestione dei registri IVA e delle liquidazioni IVA
  • Stampe e riclassificazioni del bilancio contabile
  • Software per la gestione del magazzino

Per contabilità di magazzino si intende il sistema di rilevazione di qualunque evento di rilevanza ai fini del magazzino. Le funzionalità tipiche di un software per la gestione del magazzino sono:

  • Codifica delle causali di magazzino
  • Codifica degli articoli
  • Gestione delle scritture in movimenti di magazzino
  • Stampa dell’inventario di magazzino
  • Stampa delle schede di movimentazione degli articoli

Software per la gestione della produzione

Caratteristica sostanziale dei software per la produzione è la capacità di migliorare il ciclo informativo aziendale sui processi di produzione. Tipicamente i prodotti di questo tipo hanno una serie di moduli classici che sono: Continua la lettura di Il software gestionale

La logistica

logisticaSecondo la definizione data dall’Associazione Italiana di Logistica (AILOG), essa è “l’insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita”.

Questa definizione molto ampia include tutta la serie di attività logistiche quali customer service, previsione della domanda, gestione della comunicazione, gestione scorte, material handling, processazione dell’ordine, localizzazione di fabbriche e depositi, approvvigionamenti, imballaggio, gestione dei ritorni, trasporti, magazzinaggio e stoccaggio. Queste attività insieme agli input ed output formano il quadro delle componenti del Logistics Management, ovvero la gestione della logistica che può comprendere tutte o solo alcune delle attività suddette a seconda del fatto che sia più o meno integrata.

L’integrazione delle diverse aree della logistica è necessaria per due ordini di motivi:

  • Le scelte effettuate in una certa area di attività logistica impattano su tutte le altre aree (trade-offs)
  • Il potenziale di efficienza insito nella logistica come totalità delle attività che la compongono è estremamente elevato

Il fondamento del concetto di logistica integrata è rappresentato dalla minimizzazione del costo totale delle attività logistiche viste nel loro complesso, dato un obiettivo di livello di servizio da garantire

È possibile suddividere i costi logistici in 5 grandi gruppi:

  • Costi di mantenimento delle scorte
  • Costi di magazzinaggio
  • Costi di trasporto e distribuzione
  • Costi inerenti ai lotti
  • Costi di processazione ordini e dei sistemi informativi

La missione della logistica è pianificare e coordinare tutte le attività necessarie per raggiungere il livello di servizio desiderato al minor costo possibile. La logistica deve quindi essere vista come il collegamento tra il mercato e l’ambiente operativo dell’azienda. L’ambito della logistica attraversa tutta l’organizzazione aziendale, dalla gestione delle materie prime fino alla consegna del prodotto finito. Continua la lettura di La logistica

La contabilità

la-contabilitaLa contabilità è il sistema di rilevazione continua di qualunque evento di rilevanza economica.

L’ambito tipico di utilizzo della contabilità è qualsiasi struttura operativa, sia pubblica che privata, ma il significato non cambia anche nel ristretto ambito personale (contabilità individuale).

Altra definizione, tipica della ragioneria, vuole che la contabilità sia l’insieme degli spostamenti di capitale aziendale raccolti e organizzati secondo un criterio che permetta un rapido accesso ed elaborazione dei dati.

Origini della contabilità

La contabilità intesa come annotazione di operazioni commerciali è una pratica conosciuta fin dalla notte dei tempi. Prima del XV secolo tali fatti erano registrati con il metodo della partita semplice che prevedeva una serie di voci (praticamente una rubrica) sotto le quali veniva annotato di volta in volta la nuova operazione. Non esisteva alcun collegamento tra una voce e l’altra e quindi nessuna possibilità di riscontro e controllo incrociato. Continua la lettura di La contabilità