Il magazzino

gestionemagazzinoIl magazzino è la struttura dell’azienda organizzata per ricevere le merci, custodirle, conservarle e renderle disponibili per lo smaltimento e la consegna.

Magazzino in conto proprio

Il magazzino può essere all’interno dell’azienda definibile come in conto proprio. Si tratta della infrastruttura dove vengono ricevute le materie prime in entrata e dove vengono poi posizionati i prodotti finiti in attesa di spedizione o di lavorazione. Ogni articolo di magazzino è contrassegnato da un codice articolo, una descrizione, una quantità, a volte anche da una locazione (che può essere a sua volta costituita dal numero di scaffali, dal ripiano dello scaffale e da altre informazioni utili a reperire nel minor tempo possibile l’articolo; il magazzino interno può essere diviso anche in zone).  È poco nota, ma é fondamentale ricordare un’importante frase simbolo che dice: “Nell’azienda ideale il magazzino è proprio quello che non c’è”. Questa affermazione é valida in quanto la detenzione di un magazzino si risolve in oneri sostenuti dall’azienda, ovvero costi per il personale delegato, costi per la manutenzione di impianti e macchinari e costi che sono rappresentati dalle scorte in rimanenza.

Magazzino in conto terzi

Il magazzino può essere anche in conto terzi: si tratta del magazzino posseduto da operatori della logistica, spedizionieri e altre aziende di trasporto dove le merci vengono depositate provvisoriamente in attesa di carico sui mezzi di trasporto.

IL MAGAZZINO DELLA CONTABILITA’

La giacenza di magazzino in dettaglio

Una quantità maggiore di 0 per un codice articolo costituisce una giacenza di magazzino. La disponibilità di un articolo viene invece data dalla differenza tra il numero di articoli in giacenza ed il numero di articoli impegnati. L’articolo, infatti, può essere effettivamente disponibile o può essere già impegnato per un ordine. Se il numero di articoli impegnati è maggiore del numero di articoli in giacenza la disponibilità risulta essere negativa ed andrà generato un ordine a fornitore che pareggerà il numero di giacenze con il numero di impegnati.

La valorizzazione delle giacenze di magazzino deve tener conto del fatto che all’interno di una singola giacenza possono esserci oggetti acquistati in momenti diversi e quindi anche con costi diversi. Per la valorizzazione si possono seguire diverse tecniche, tra cui le più comuni sono quelle a costo standard, a costo medio ponderato, Fifo (first in – first out), Lifo (last in – first out) continuo, LIFO annuale a scatti

Per una gestione efficiente del magazzino al fine di ridurre le scorte è possibile valutare una serie di variabili fra cui:

  • Punto di riordino: utile per calcolare il momento in cui effettuare un ordine di ripristino delle scorte
  • Lotto economico: utile per calcolare quanto è più conveniente ordinare

Gestione del magazzino su  Gestionale  7

La parte dedicata alla gestione di magazzino di Gestionale 7 permette la codifica degli articoli di magazzino, sia che si tratti di prodotti finiti che di materie prime. E’ prevista la possibilità di raggruppare i vari articoli codificati in categorie merceologiche per le selezioni e le stampe. Ai vari articoli possono essere associati diversi prezzi di listino relativi all’acquisto e alla vendita. Esistono una serie di procedure automatiche per il calcolo dei prezzi di vendita a partire dai listini di acquisto dei fornitori. Tramite la maschera ‘Movimenti di magazzino’ è possibile eseguire tutte le operazioni di carico/scarico del magazzino per vari magazzini, è inoltre prevista una maschera di consultazione dei movimenti tramite dotata di potenti strumenti di ricerca. L’inventario di magazzino può essere richiesto secondo vari criteri di valorizzazione inoltre a date antecedenti a quella corrente.

Il magazzino ultima modifica: 2015-05-05T22:30:38+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *