La fattura

fatturaLa fattura è un documento fiscale obbligatorio, redatto dal venditore per attestare l’esecuzione da parte sua del contratto di vendita e per comunicare al compratore l’importo da lui dovuto per i beni che gli sono stati ceduti o per i servizi che gli sono stati prestati.

C’è l’obbligo di emettere la fattura perché:

  • La fattura legittima il venditore ad esercitare la rivalsa sul compratore, che è legittimato a detrarre l’imposta sul valore aggiunto addebitatagli dal fornitore.
  • L’articolo 2214 del Codice Civile afferma che l’imprenditore deve conservare per ciascun affare “gli originali delle fatture ricevute, nonché la copie delle fatture spedite”
  • La legge fiscale dà un ruolo importante alla fattura sia ai fini dell’IVA sia ai fini delle imposte sul reddito perché le fatture emesse sono la principale documentazione dei ricavi di ogni impresa
  • A norma del decreto IVA la fattura deve essere emessa per le operazioni imponibili, non imponibili ed esenti
  • La fattura ha queste importanti funzioni:Informa il compratore che il contratto da parte del venditore è stato eseguito
  • Richiama tutte le condizioni del contratto (quantità e qualità della merce venduta e dei servizi forniti, condizioni riguardanti la consegna, il trasporto, l’imballaggio e il pagamento)
  • Precisa il prezzo della merce venduta e dei servizi forniti, con gli sconti applicati e gli oneri riguardanti le prestazioni accessorie, indicando l’importo totale dovuto dal compratore
  • Documenta l’operazione secondo quanto stabilisce la legge civile, che prescrive la redazione del documento, la sua conservazione e la sua eventuale esibizione al giudice in caso di controversia
  • Documenta l’operazione agli effetti fiscali, perché la fa concorrere sia al calcolo delle imposte indirette (la fattura deve indicare l’ammontare dell’IVA) sia a quello delle imposte dirette (l’importo complessivamente fatturato nell’anno determina il volume d’affari e, di conseguenza, il reddito sul quale dovranno essere pagate le imposte)

EMISSIONE DELLE FATTURE

La fattura deve essere redatta in due esemplari dal soggetto che cede il bene o che presta il servizio. Uno delle copie deve essere consegnato o spedito, anche tramite fax, al compratore, mentre l’altro viene conservato. La fattura si considera emessa quando viene consegnata o spedita alla controparte, anche tramite mezzi elettronici – informatici.

NUMERAZIONE DELLE FATTURE

Le fatture emesse devono essere datate e numerate in ordine progressivo.

Se il contribuente intende avvalersi contemporaneamente della fatturazione immediata e delle fatturazione differita, può effettuare una numerazione unica delle fatture, purché rispetti la sequenza di numerazione tra fatture immediate e fatture differite.

FATTURAZIONE NON OBBILIGATORIA

L’articolo 22 del decreto IVA afferma che, se la fattura non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione, non è obbligatoria, ma solo per determinate cessioni o prestazioni:

  • Cessioni di beni compiute dai commercianti al minuto
  • Prestazioni alberghiere e somministrazioni di alimenti e bevande nei pubblici esercizi, nelle mense aziendali e mediante distributori automatici
  • Prestazioni di trasporto di persone nonché di veicoli e bagagli al seguito

OBBLIGO DI RICHIESTA DELLA FATTURA

Se gli imprenditori acquistano dai commercianti al minuto beni che servono alla propria azienda, sono obbligati a chiedere la fattura.

L’imprenditore è, quindi, obbligato, a richiedere la fattura solo per i beni che rientrano nell’attività propria dell’azienda e non per qualsiasi bene che può servire ad essa. Ad esempio il materiale di cancelleria è si un bene necessario, ma non rientra nell’attività propria di un azienda ad esempio di scarpe e quindi non serve la fattura, ma si ha comunque l’interesse di documentare la spesa per le imposte dirette del reddito fiscale.

IVA E IMPOSTA DI BOLLO

Le fatture riguardanti il pagamento di corrispettivi di operazioni assoggettate a IVA, sono esenti in modo assoluto dall’imposta di bollo.

Al contrario, sono soggetti all’imposta di bollo di euro 1,29 le fatture di importo complessivo superiore a euro 77,47 emesse in relazione alle operazioni esenti da IVA.

LA FATTURA SU GESTIONALE  7

Info Lab Software per la gestione informatizzata delle fatture ha sviluppato il software Gestionale 7, tale strumento che si distingue per l’estrema chiarezza ed immediatezza di utilizzo è stato scelta da migliaia di aziende e professionisti.

La fattura ultima modifica: 2015-05-05T22:40:07+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *